Scopri Cisco
Come acquistare

Hai già un account?

  •   Contenuti personalizzati
  •   Prodotti e supporto

Hai bisogno di un account?

Crea un account

Cos'è un data center?

Un data center è fondamentalmente una struttura fisica usata dalle aziende per conservare applicazioni e dati importanti. Per progettare un data center, occorre una rete di risorse di elaborazione e di archiviazione che permettano la distribuzione di applicazioni e dati condivisi. I componenti essenziali per la progettazione includono router, switch, firewall, sistemi di archiviazione, server e controller di distribuzione delle applicazioni.

Cosa contraddistingue un data center moderno?

I data center moderni sono decisamente diversi da quelli precedenti. L'infrastruttura si è spostata dai tradizionali server fisici on-premises alle reti virtuali in grado di supportare applicazioni e carichi di lavoro su più infrastrutture fisiche e in un ambiente multicloud.

Oggi i dati si trovano e devono essere connessi su più data center, alla periferia e in cloud pubblici e privati. Il data center deve poter comunicare con più sedi, all'interno dell'azienda o nel cloud. Persino il cloud pubblico può essere visto come un insieme di data center. Quando le applicazioni sono ospitate nel cloud, usano le risorse del data center fornite dal provider di servizi cloud.

Perché i data center sono essenziali per l'azienda?

Nel mondo dell'IT aziendale, i data center sono progettati per supportare le applicazioni aziendali e le attività tra cui:

  • E-mail e condivisione di file
  • Applicazioni di produttività
  • Gestione dei rapporti con il cliente (CRM)
  • Pianificazione delle risorse aziendali (ERP) e database
  • Big Data, intelligenza artificiale e apprendimento automati
  • Desktop virtuali, servizi di comunicazione e collaborazione

Quali sono i componenti principali di un data center?

La progettazione del data center include router, switch, firewall, sistemi di archiviazione, server e controller di distribuzione delle applicazioni. Poiché questi componenti archiviano e gestiscono dati e applicazioni business-critical, la sicurezza del data center è fondamentale. Insieme, forniscono:

Infrastruttura di rete. Connette i server (fisici e virtualizzati), i servizi del data center, l'archiviazione e la connettività esterna agli utenti finali.

Infrastruttura di storage. I dati sono il carburante del data center moderno e i sistemi di archiviazione servono proprio a preservare questo bene prezioso.

Risorse di elaborazione. Le applicazioni rappresentano il motore di un data center. Questi server forniscono la capacità di elaborazione, la memoria, l'archiviazione locale e la connettività di rete che servono per usare le applicazioni.

Come funzionano i data center?

I servizi del data center in genere vengono implementati per proteggere le prestazioni e l'integrità dei componenti principali del data center.

Appliance per la sicurezza della rete. Queste includono il firewall e la protezione dalle intrusioni per la tutela del data center.

Distribuzione delle applicazioni assicurata. Per offrire prestazioni adeguate, questi meccanismi offrono resilienza e disponibilità delle applicazioni tramite failover automatico e bilanciamento del carico.

Da cosa è composta la struttura di un data center?

Per supportare le componenti hardware e software di un data center, occorre una solida infrastruttura. Il data center comprende, tra gli altri, sottosistemi di alimentazione, gruppi di continuità (UPS), sistemi di ventilazione e raffreddamento, sistemi antincendio, gruppi elettrogeni e connessioni alle reti esterne.

Quali sono gli standard per l'infrastruttura del data center?

Lo standard più diffuso per la progettazione e l'infrastruttura del data center è ANSI/TIA-942. Lo standard include norme per la certificazione ANSI/TIA-942 Ready, che sancisce la conformità a una delle quattro categorie di data center definite in base ai livelli di ridondanza e tolleranza ai guasti.

Livello 1: infrastruttura del sito di base. Un data center di livello 1 offre una protezione limitata dagli eventi fisici. Offre componenti con capacità singola e un percorso di distribuzione unico e non ridondante. 

Livello 2: infrastruttura del sito con componenti con capacità ridondante. Questo data center presenta una protezione migliorata dagli eventi fisici. Offre componenti con capacità ridondante e un percorso di distribuzione unico non ridondante. 

Livello 3: infrastruttura del sito gestibile senza interruzione dei servizi. Questo data center offre protezione da quasi tutti gli eventi fisici, fornendo componenti con capacità ridondante e percorsi di distribuzione indipendenti multipli. Ciascun componente può essere rimosso o sostituito senza dover interrompere i servizi agli utenti finali. 

Livello 4: infrastruttura del sito tollerante ai guasti. Questo data center offre i livelli più elevati di tolleranza ai guasti e di ridondanza. I componenti con capacità ridondante e percorsi di distribuzione indipendenti multipli permettono di effettuare interventi di manutenzione senza interrompere i servizi e tollerano il verificarsi di un guasto in un punto qualsiasi dell'installazione senza compromettere l'operatività.

Tipi di data center

I tipi di data center e di modelli di servizio sono molteplici. Per classificarli vengono presi in considerazione diversi fattori, la proprietà, se attribuibile a una o a più aziende, l'eventuale capacità di adeguarsi alla topologia di altri data center, le tecnologie usate per l'elaborazione e l'archiviazione e persino il livello di efficienza energetica. I tipi di data center più diffusi sono quattro:

Data center aziendali

Sono realizzati, gestiti e di proprietà delle aziende che li ottimizzano per gli utenti finali. Il più delle volte sono ospitati nel campus aziendale.


Data center di servizi gestiti

Questi data center sono gestiti da una terza parte (o da un provider di servizi gestiti) per conto di un'azienda. L'azienda prende in leasing le attrezzature e l'infrastruttura, anziché acquistarle.


Data center in co-locazione

Un data center viene definito in co-locazione quando un'azienda affitta uno spazio in un data center di proprietà di terzi ed esterno alle sue sedi. L'infrastruttura di co-locazione offre i sistemi di raffreddamento, la larghezza di banda, la sicurezza e così via, mentre l'azienda fornisce e gestisce i componenti, tra cui server, sistemi di archiviazione e firewall.


Data center su cloud

In questa forma di data center off-premises, dati e applicazioni sono gestiti in hosting da provider di servizi cloud quali Amazon Web Services (AWS), Microsoft (Azure) o IBM Cloud o altro provider di cloud pubblico.

Scopri di più sui data center e sulle prospettive future di data center e rete.


Evoluzione dell’infrastruttura

Negli ultimi 65 anni, l'infrastruttura informatica ha dovuto affrontare tre trasformazioni radicali:

  • Anzitutto il passaggio dai mainframe proprietari ai server basati su x86, on-premises e gestiti da team IT interni.
  • La seconda trasformazione ha visto una diffusa virtualizzazione delle infrastrutture che supportavano le applicazioni. Ciò ha consentito un uso migliore delle risorse e la mobilità dei carichi di lavoro tra pool di infrastrutture fisiche.
  • Infine la terza trasformazione, quella ancora in corso, ossia il passaggio al cloud, al cloud ibrido e al cloud nativo, termine quest'ultimo usato per descrivere le applicazioni nate nel cloud.

Rete distribuita delle applicazioni

Questa evoluzione ha dato luogo all'elaborazione distribuita. Qui le applicazioni e i dati vengono distribuiti tra diversi sistemi, connessi e integrati da servizi di rete e standard di interoperabilità affinché funzionino come un unico ambiente. Significa che il termine "data center" ora viene utilizzato per fare riferimento al reparto responsabile di questi sistemi indipendentemente da dove si trovino.

Le aziende possono scegliere di creare e gestire i propri data center di cloud ibrido, affittare uno spazio in strutture di co-locazione, usare servizi di elaborazione e archiviazione condivisi o utilizzare servizi basati su cloud pubblico. Il risultato finale è che oggi le applicazioni non risiedono più in un solo luogo. Vengono eseguite in diversi cloud pubblici e privati, in soluzioni gestite e ambienti tradizionali. Nell'era del multicloud, il data center è diventato grande e complesso, pensato per favorire l'esperienza dell'utente finale.