Annual Report 2008

Ai nostri azionisti

Buongiorno a tutti, sono John Chambers, Presidente e CEO di Cisco Systems, Inc., e desidero ringraziare gli azionisti che si sono uniti a noi per questo video.

Quando pensate a Cisco, non prendete in considerazione un singolo trimestre o un solo anno, perché solo una minima parte delle nostre decisioni sono così a breve termine. Esaminiamo infatti gli obiettivi che il settore intende raggiungere con o senza Cisco, ciò che definiamo vision dell’evoluzione del settore, in relazione a un arco di tempo che copre almeno i prossimi cinque o dieci anni. Quindi pensiamo al ruolo che Cisco può svolgere in questo quadro d’insieme e a come possiamo agire, applicando una strategia differenziata, non solo per crescere, ma anche per conseguire i nostri obiettivi di redditività e attuare la nostra vision, o più semplicemente, ai progetti che intendiamo realizzare in questo anno fiscale.

In linea generale, la rete sta migrando da un livello di pura infrastruttura, settore in cui Cisco ha ottenuto un considerevole successo, alla vera intelligenza in rete. Proprio questa, infatti, ha il potere di modificare il nostro modo di lavorare, vivere, studiare e giocare, ma anche di creare un livello completamente nuovo di produttività, modelli aziendali diversi e varie forme di intrattenimento. Prima esaminiamo la direzione verso cui il settore si sta muovendo, poi pensiamo al ruolo svolto in tale ambito dalla nostra strategia differenziata che è basata sui nostri clienti o su quelle che definiamo transizioni di mercato. Può trattarsi di un passaggio di prodotti da una generazione a quella successiva oppure di transizioni di natura economica o anche di un cambiamento nel modo in cui i nostri clienti aziendali o i consumatori effettuano i loro acquisti rispetto al passato.

Tuttavia, la più importante transizione in corso a livello globale riguarda, probabilmente, la collaborazione consentita dalla condivisione in rete di tecnologie e strumenti definiti Web 2.0. Riteniamo che questo sarà il fattore determinante non solo per la produttività, ma anche per le forme di intrattenimento di prossima generazione. L’innovazione consiste essenzialmente nella capacità di identificare tali transizioni e garantire un rinnovamento interno per sviluppare o acquisire prodotti ad esse correlati o di collaborare al fine di ottenerli. Questo processo potrebbe anche essere definito "crescere attraverso la collaborazione".

A questo riguardo, abbiamo ottenuto un considerevole successo, sebbene in ognuna di queste categorie ci sia sempre spazio per un ulteriore miglioramento. In quest’ultimo anno abbiamo investito 5,2 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo e i risultati sono evidenti, come dimostrano le numerose tecnologie emergenti e avanzate e l’espansione della nostra offerta di prodotti di routing e switching. TelePresence è probabilmente la mia tecnologia preferita, poiché offre la possibilità di partecipare a riunioni virtuali ovunque nel mondo senza doversi recare sul posto e di cambiare per sempre il concetto di collaborazione. I principali miglioramenti sono stati riscontrati nel settore switching, grazie soprattutto alle avanzate soluzioni Nexus 5000 e Nexus 7000 per i centri dati. Abbiamo inoltre registrato una considerevole diffusione della CRS-1, la piattaforma di routing di fascia alta del futuro. Tutto questo consentirà di creare letteralmente la capacità di gestire le decine di milioni di video del futuro e di combinare in un’unica architettura dati, video e voce.

Nessuno è in grado di realizzare tutti i prodotti internamente. Ecco perché l’analisi di eventuali contiguità di mercato porta spesso ad acquisizioni, al fine di integrare le proprie attività o di passare a nuove e ulteriori contiguità di mercato. In quest’ultimo anno abbiamo dedicato particolare attenzione al settore delle tecnologie wireless, delle comunicazioni unificate e della sicurezza e continueremo a concentrarci su acquisizioni e collaborazioni per il futuro.

Questo ci consente di creare un’offerta equilibrata, difficilmente eguagliabile dalla concorrenza. Tale risultato non riguarda solo i prodotti di routing e switching e le tecnologie avanzate ed emergenti, ma anche sette importanti aree geografiche a livello mondiale e diversi segmenti critici di clientela. Tali segmenti includono clienti privati, settore commerciale e aziendale e service provider. È proprio questo equilibrio a consentire a Cisco di ottenere il successo e siamo convinti che, in futuro, le capacità e i prodotti citati in relazione a questi segmenti di mercato saranno sempre più strettamente collegati.

Ho sempre creduto che chi ottiene un grande successo a livello mondiale deve anche dimostrare la propria riconoscenza. Innanzitutto perché è giusto e, per essere onesti, anche perché è utile all’azienda. Siamo tutti molto orgogliosi dell’impegno di Cisco nella responsabilità sociale, spesso riconosciuto con premi internazionali. Tale impegno è dimostrato dalla Networking Academy, un programma a cui hanno partecipato nel corso degli anni 2,5 milioni di studenti e che attualmente ne include 700.000 provenienti da oltre 160 paesi di tutto il mondo ed è ribadito dalla creazione di un EcoBoard, il cui compito è verificare che tutto ciò che riguarda la rete sia eco-compatibile. Questo rappresenta un’ottima opportunità per la nostra azienda, ma anche la scelta più giusta da fare per proteggere l’ambiente. Continuiamo inoltre a promuovere iniziative didattiche globali basate sui risultati ottenuti dalla Jordan Education Initiative, al fine di realizzare ulteriori programmi analoghi a livello mondiale in collaborazione con il World Economic Forum. I nostri sistemi scolastici, in linea con le esigenze didattiche del 21º secolo e attualmente attivi negli stati della Louisiana e del Mississippi, potrebbero essere presi a modello dal resto del paese. Un ulteriore esempio del nostro impegno è costituito dalle iniziative a favore di istruzione e sanità realizzate in seguito al devastante terremoto che ha colpito la Cina.

Siamo in grado di fare la differenza a livello mondiale, creando un’azienda di prossima generazione sia dal punto di vista della produttività, passando dal comando e controllo, alla collaborazione e al lavoro di squadra, sia in termini di responsabilità sociale, prefiggendoci un traguardo che molti considerano non solo ambizioso, ma irraggiungibile.

Il nostro obiettivo è diventare la migliore azienda nel mondo ma anche per il mondo, un risultato che molti ritengono impossibile. Tuttavia, è proprio la capacità di definire queste aspirazioni e di elaborare una strategia adeguata per realizzarle che ha consentito a Cisco di superare le sfide e i problemi affrontati negli ultimi venti anni. Siamo in grado di delineare un progetto per il futuro e una strategia differenziata, per poi concentrarci sull’attuazione pratica nel corso dei successivi 12-18 mesi, oltre che sulla modalità di sviluppo e implementazione della strategia stessa.

Desidero ringraziarvi per la fiducia accordata a Cisco, ma anche ribadire il nostro impegno per continuare a meritare tale fiducia in futuro.

Ancora grazie a tutti voi e buona giornata.