Hai già un account?

  •   Contenuti personalizzati
  •   Prodotti e supporto

Hai bisogno di un account?

Crea un account

Come impostare una VPN

Una rete privata virtuale (VPN) aiuta a mantenere la tua azienda più sicura e protegge i dati critici da occhi indiscreti. Con una VPN, i dipendenti possono accedere, inviare e ricevere dati all'interno di una rete privata che utilizza l'infrastruttura di una rete pubblica come Internet.

Domande frequenti principali

Come funziona una VPN?

Una VPN crea un "tunnel" dove è possibile inviare i dati in modo sicuro usando strumenti di crittografia e autenticazione. Le aziende spesso utilizzano connessioni VPN perché sono un modo più sicuro per permettere ai dipendenti di accedere da remoto alle reti aziendali private, anche quando lavorano fuori dall'ufficio.

La VPN consente ai dispositivi remoti, come i laptop, di operare come se fossero sulla stessa rete locale. Molti dispositivi router VPN possono supportare decine di tunnel contemporaneamente, utilizzando semplici strumenti di configurazione, garantendo a tutti i lavoratori l'accesso ai dati aziendali, indipendentemente da dove si trovino.

Proteggi la tua VPN con MFA

Potrebbe interessarti anche:

Perché la tua azienda ha bisogno di una VPN?

Nella loro forma più basilare, le VPN proteggono le aziende e gli utenti e i loro dati riservati. Ecco altri motivi per cui la tua azienda potrebbe beneficiare di una VPN:

Comodità

Le VPN sono un modo pratico per offrire ai dipendenti, compresi i lavoratori da remoto, un accesso semplice alla rete aziendale senza dover essere fisicamente presenti, mantenendo al contempo la sicurezza delle reti private e delle risorse aziendali.

Maggiore sicurezza

La comunicazione con una connessione VPN fornisce un livello di sicurezza più elevato rispetto ad altri metodi di comunicazione da remoto, mantenendo le reti private chiuse alle persone non autorizzate all'accesso. Le posizioni geografiche effettive degli utenti sono protette e non sono esposte a reti pubbliche o condivise come Internet.

Amministrazione più semplice

È facile aggiungere nuovi utenti o gruppi di utenti alle reti utilizzando strumenti software VPN flessibili. Questo è un bene per le aziende che crescono più velocemente del loro budget, poiché significa che spesso è possibile espandere lo spazio dedicato alla rete senza aggiungere nuovi componenti o costruire complicate configurazioni di rete.

Ci sono lati negativi nell'utilizzo della VPN?

Il successo di una VPN dipende da altre parti dell'infrastruttura di rete. Di seguito sono elencati fattori che potrebbero causare problemi di prestazioni alla tua VPN:

Rischi per la sicurezza della configurazione

La progettazione e l'implementazione di una VPN possono essere operazioni complicate. Se non sei sicuro di come mantenerla in funzione in modo sicuro, prendi in considerazione la possibilità di affidarti a un professionista esperto di sicurezza di rete per verificare che la sicurezza della VPN non sia stata compromessa.

Affidabilità

Dal momento che le connessioni VPN avvengono fuori da Internet, è necessario scegliere un provider di servizi Internet (ISP) che offra costantemente un servizio eccellente con tempi di inattività minimi o nulli.

Scalabilità

Se hai bisogno di aggiungere nuove infrastrutture o creare nuove configurazioni, puoi incorrere in problemi tecnici dovuti all'incompatibilità, soprattutto se stai aggiungendo nuovi prodotti di fornitori diversi.

Velocità di connessione lente

Se utilizzi un client VPN che fornisce un servizio VPN gratuito, la velocità di connessione può essere lenta, in quanto questi provider di solito non offrono connessioni ad alta velocità. Considera se la velocità è sufficiente per le esigenze aziendali.

È meglio creare la propria VPN o comprarne una?

Invece di cercare di costruirne una da solo, è possibile acquistare una soluzione VPN precostruita. Se stai acquistando soluzioni VPN, chiedi informazioni sulla facilità di configurazione.

Passaggi per impostare una VPN

6 passaggi per impostare una VPN

Passaggio 1: allinea i componenti chiave VPN

Per iniziare, avrai bisogno di un client VPN, un server VPN e un router VPN. Il client scaricabile ti collega ai server di tutto il mondo, in modo che i dipendenti possano accedere alla rete per piccole imprese ovunque si trovino. Il client può essere utilizzato su dispositivi come smartphone e laptop, anche se i lavoratori utilizzano reti Wi-Fi pubbliche.

Per proteggere e criptare tutto il traffico di rete, avrai bisogno anche di un router VPN. Molti router sono dotati di client VPN integrati.

Passaggio 2: prepara i dispositivi

A volte, i client VPN possono entrare in conflitto con altri client o non funzionare correttamente. È una buona idea preparare il sistema di rete prima di impostare una VPN in modo da evitare problemi lungo il percorso.

Come primo passaggio, disinstalla qualsiasi software client VPN esistente non necessario. In teoria, i client VPN dovrebbero essere in grado di funzionare bene insieme, ma i client concorrenti possono anche essere fonte di problemi, quindi è meglio rimuoverli.

Questo è anche il momento giusto per considerare la configurazione della rete. Se prevedi di installare una VPN per i lavoratori che accederanno alle risorse online in diversi modi (ad esempio Wi-Fi, modem 4G e connessioni cablate) potrebbe essere necessario dedicare più tempo alla configurazione del client VPN. Semplificare le reti scollegando i dispositivi inutilizzati può essere d'aiuto.

Passaggio 3: scarica e installa i client VPN

Il modo più semplice per rendere operativa la tua VPN è installare i client dal tuo provider VPN. Tuttavia, questi potrebbero non offrire software per tutte le piattaforme necessarie, come Windows, iOS e Android. Anche se fosse questo il caso, è meglio installare prima ciò che offrono e poi verificare che l'account VPN funzioni correttamente.

Cerca la pagina "download" sul sito Web del tuo provider VPN. Dovresti anche scaricare le app per i dispositivi mobili utilizzati dai tuoi dipendenti, poiché sarà necessario proteggere le connessioni dal maggior numero possibile di dispositivi.

Se il client iniziale che installi funziona subito, puoi contattare il provider VPN per i client per altre piattaforme. E se non puoi effettuare l'accesso, puoi trasmettere queste informazioni al team di supporto del provider VPN.

Passaggi 4: trova un tutorial per l'impostazione

Se, per qualche motivo, il tuo provider VPN non offre software per i dispositivi utilizzati dalla tua azienda, controlla il sito Web del fornitore per le guide all'installazione manuale. Dovresti riuscire a trovare la documentazione di cui hai bisogno. In caso contrario, cerca le guide di configurazione di altri provider che utilizzano gli stessi dispositivi.

Ad esempio, se la tua azienda utilizza Chromebook, puoi cercare i tutorial specifici per questi dispositivi.

Passaggio 5: accedi alla VPN

Dopo aver installato le app del client VPN, è il momento di inserire le informazioni di accesso. In generale, il nome utente e la password saranno quelli che hai usato quando ti sei iscritto al provider VPN, anche se alcune aziende ti chiedono di creare un accesso separato per il client VPN stesso.

Una volta effettuato l'accesso, l'app VPN si connette solitamente al server più vicino alla tua posizione attuale.

Passaggio 6: scegli i protocolli VPN

I protocolli VPN determinano come vengono instradati i dati tra il computer e il server VPN. Alcuni protocolli aiutano a migliorare la velocità, mentre altri contribuiscono a migliorare la privacy e la sicurezza dei dati.

OpenVPN

Si tratta di un protocollo open-source, il che significa che è possibile visualizzarne il codice. Anche OpenVPN sta rapidamente diventando uno standard di settore.

L2TP/IPSec

Il protocollo Layer 2 Tunnel Protocol è un altro protocollo molto diffuso. Dispone di forti protezioni di sicurezza ed è spesso abbinato al protocollo IPSec, che autentica e cripta i pacchetti di dati inviati attraverso la VPN.

SSTP

Il protocollo Secure Socket Tunneling Protocol è completamente integrato con il sistema operativo Microsoft.

PPTP

Il protocollo Point-to-Point Tunneling Protocol è uno dei più vecchi protocolli VPN. Ma sta diventando sempre meno diffuso poiché sono disponibili protocolli più veloci e sicuri.

Passaggio 7: risoluzione dei problemi

Di solito, il client del tuo provider VPN inizia a funzionare subito. In caso contrario, procedi come segue:

  • Chiudi e riapri il client e prova a riavviare il dispositivo.
  • Se disponi di qualsiasi altro software VPN in esecuzione, assicurati di essere scollegato, quindi chiudilo.

I client VPN necessitano di driver software appropriati per funzionare correttamente. In alcuni casi, puoi fare clic sull'impostazione "ripara" per ricaricare i driver. Controlla la pagina delle impostazioni per vedere se questa funzione è disponibile.

Se hai problemi ad accedere, controlla le tue credenziali di accesso. Alcuni client VPN generano i propri accessi, mentre altri ti consentono di scegliere il tuo.

Assicurati di utilizzare l'accesso corretto e, se necessario, leggi le e-mail di benvenuto o le guide di avvio rapido che potresti aver ricevuto dal provider.

Puoi anche provare a cambiare server. Scegli di connetterti a un altro server vicino alla tua posizione fisica.

Un'altra opzione: prova a connetterti con protocolli diversi, supponendo che il client VPN ti permetta di cambiarli. Per esempio, puoi usare OpenVPN usando TCP, poi passare a L2TP e PPTP.

Se riscontri ancora problemi, può essere colpa di altri programmi software. A volte, i firewall o i software di sicurezza possono interrompere le connessioni VPN. Puoi disattivare temporaneamente il software che potrebbe causare il problema, basta assicurarti di riaccenderlo una volta connesso, in modo da non lasciare i sistemi aziendali critici vulnerabili agli attacchi.

Passaggio 8: metti a punto la connessione

Una volta sistemate le impostazioni di base, è il momento di apportare i miglioramenti. Assicurati che le impostazioni applicate alla VPN siano adatte alle esigenze della tua azienda.

Ad esempio, decidi se desideri che la VPN venga messa in funzione non appena le persone avviano i loro dispositivi. Questa può essere una buona idea se hai bisogno della protezione di una VPN per tutto il tempo, ad esempio, se la maggior parte delle persone lavora al di fuori dell'ufficio. Ma se pensi che dovrai utilizzare la VPN solo occasionalmente, puoi impostarne l'esecuzione solo quando necessario, liberando risorse di rete per altri usi.

Un'altra opzione di messa a punto è quella di scegliere i server normalmente utilizzati come predefiniti o "preferiti". Questo può farti risparmiare un po' di tempo, poiché tu e gli altri dipendenti non dovrete cercare i server preferiti ogni volta che vi connettete.

Puoi anche decidere di attivare il "kill switch" se previsto dal tuo provider VPN. Il kill switch è progettato per evitare che un dispositivo invii o riceva dati in caso di disconnessione della VPN.

Vuoi saperne di più?

Sicurezza

Le nostre risorse sono qui per aiutarti a comprendere il panorama della sicurezza e a scegliere le tecnologie che aiutano a salvaguardare la tua attività.

Networking

Scopri come prendere le giuste decisioni per progettare e mantenere la tua rete in modo che possa aiutare la tua azienda a prosperare.

Collaboration

Questi strumenti e articoli ti aiuteranno a prendere importanti decisioni di comunicazione per aiutare la tua azienda a crescere e a rimanere connessa.

Strumenti e consigli

Trova istruzioni, liste di controllo e altri suggerimenti per aiutarti a soddisfare queste richieste e per aiutare la tua azienda a crescere e a prosperare.