Hai già un account?

  •   Contenuti personalizzati
  •   Prodotti e supporto

Hai bisogno di un account?

Crea un account



Investire nelle operazioni: qual è il vero valore?

Una nuova ricerca mostra come l'analisi dei dati e l'automazione possono avere ripercussioni di ampia portata sulle operazioni dell'infrastruttura IT.



Investire nelle operazioni: qual è il vero valore?

Leggi tutto il report sulla trasformazione delle operazioni IT per scoprire il nuovo modello di maturità in quattro fasi per operazioni basate sui dati e le procedure consigliate dalle aziende più importanti. Pronto a iniziare il viaggio? Valuta il tuo livello di preparazione con un test di soli cinque minuti.

Le operazioni sono una priorità strategica

Per i CIO dalla mente aperta e innovativa, le operazioni possono a volte sembrare una distrazione frustrante che li tiene lontani da sfide più emozionanti.  Ma una nuova ricerca su oltre 1.500 responsabili IT suggerisce che è tempo di rivalutare questo settore.

È infatti emerso in modo molto chiaro che gli investimenti nelle operazioni IT contribuiscono direttamente ai risultati della trasformazione aziendale: innovazione ed esperienza dei clienti.

Ed ecco il motivo per cui gli investimenti sono aumentati. Un buon 28% del budget IT è già assegnato alle iniziative di trasformazione. Per il prossimo anno è previsto un incremento del 68%.

Analisi dei dati e automazione promettono la fine delle emergenze

Una parola riassume il valore di questi investimenti: dati.

Come sanno i CIO, per gestire con efficacia l'infrastruttura occorre fornire ai team operativi una chiara panoramica degli eventi. Solo così è possibile dare il proprio contributo al processo decisionale e rendere automatiche attività un tempo solo manuali, come l'applicazione di patch e il provisioning.

Provvisti di tali strumenti, i team operativi possono intercettare eventuali interruzioni dell'operatività e reagire prontamente. Oppure possono predire e prevenire problemi futuri e ottimizzare in modo costante l'intera infrastruttura basandosi sui dati. Abbiamo inserito queste funzionalità in un modello di maturità in quattro fasi.

Reattivo

Proattivo

Predittivo

Previdente

"Reagiamo agli eventi quando si verificano"

"Impariamo dagli eventi passati per migliorare i processi"

"Usiamo i dati per prevedere il futuro e reagire agli eventi imminenti"

"Usiamo i dati per ottimizzare continuamente i nostri risultati"

Gli investimenti nelle operazioni stanno dando risultati tangibili

Anche se secondo la nostra ricerca solo il 14% delle aziende ha raggiunto i più alti livelli di maturità operativa, ossia è nella quarta fase "previdente", tutti gli intervistati hanno notato conseguenze tangibili derivanti dagli investimenti degli anni passati.

·       Il 53% ha affermato di aver notato miglioramenti "significativi" nelle metriche operative sulla qualità, un risultato che riflette le ripercussioni positive su disponibilità e prestazioni.

·       Il 49% ha notato miglioramenti "significativi" nella produttività e il 44% nella rapidità di risposta, perché i team sono ora esentati da attività manuali ripetitive.

·       Con più tempo libero da investire, non sorprende che l'89% abbia notato miglioramenti nell'innovazione e una maggiore soddisfazione degli stakeholder.

·       Ancora più importante forse, il 40% ha dichiarato che il proprio business usa "in maniera intensiva" i dati operativi per il processo decisionale. I dati operativi sono una fonte di informazioni preziosa non solo per le decisioni tecniche, ma per il business nel suo complesso. Ecco perché l'88% ha dichiarato che gli investimenti nelle operazioni hanno migliorato la soddisfazione dei clienti.

Dare vita al cambiamento

Qualche esempio? In Cisco stiamo applicando l'analisi dei dati e l'automazione con l'infrastruttura basata sugli intenti.

Ad esempio, nei data center, ACI ci permette di definire le policy, monitorare e assicurare i livelli di servizio e automatizzare le modifiche alla configurazione. Lo stesso possiamo dire per la rete con Cisco DNA.

I risultati sono impressionanti: miglioramenti del 50% nella produttività dei tecnici, riduzione del 63% nei tempi di provisioning della rete e riduzione del 21% nei costi di gestione. Guarda il video per saperne di più.

Per riprendere i temi trattati nel report,risultati come questi con richiedono solo nuovi strumenti e tecnologie, ma talenti, leadership, nuovi processi e il supporto dei fornitori per tutta la durata della trasformazione. La strada è lunga, ma la nostra ricerca dimostra come ogni passo ripaghi degli sforzi compiuti.

 

 

Leggi l'intero report

Leggi l'intero report