Archivio 2014

Le vendite congiunte FlexPod di Cisco e NetApp superano i 3 miliardi dollari

Hierarchical Navigation

Le consegne di FlexPod crescono annualmente dell'81% con 4.100 clienti in 100 paesi; Cisco e NetApp allineano le rispettive roadmap tecnologiche per favorire l'adozione del cloud ibrido

 

cisco_flexpod_infographic_v1.pdf

LinkedInGoogle+
Condividi

Milano, 25 giugno 2014 - Cisco e NetApp annunciano che le vendite congiunte delle soluzioni integrate per l’infrastruttura FlexPod  hanno raggiunto i 3 miliardi di dollari dal lancio avvenuto nel 2010. Le consegne delle unità FlexPod sono cresciute dell’81% anno su anno, mentre la domanda di tali soluzioni ha raggiunto un run rate annuale pari a 2 miliardi di dollari.

The Internet of Everything Summit si rivolge a tutti i protagonisti del sistema economico, del settore pubblico, della tecnologia e dei servizi con l'obiettivo di definire le caratteristiche dell'Internet of Everything e declinare le sue potenzialità nell'affrontare con successo i nostri più pressanti problemi, le sfide e opportunità che ci attendono - come Expo Milano 2015 - e le esigenze dei principali settori imprenditoriali istituzioni e comunità. La giornata sarà anche l'occasione per rendere noti ai partecipanti i contenuti del paper "Internet of Everything: stato dell'arte, trend evolutivi" realizzato da The Innovation Group.

L’infrastruttura integrata combina elaborazione, networking e storage in un unico sistema e permette di migliorare l’efficienza e l’agilità delle infrastrutture data center e al contempo di ridurre i rischi legati all’implementazione.  Oggi, il segmento delle infrastrutture integrate risulta essere quello in maggior crescita nel mercato delle infrastrutture IT, e Gartner stima che il mercato dei sistemi integrati crescerà ad un tasso CAGR (compound annual growth rate) del 56,3% tra il 2012 e il 2016.

"La nostra collaborazione con Cisco  relativa all’infrastruttura  integrata FlexPod ha ridefinito le modalità con cui le aziende implementano le infrastrutture cloud private," ha commentato Tom Georgens, Chairman and CEO di NetApp. "Il data center si sta ampliando per includere servizi cloud pubblici con l’obiettivo di perseguire economie di scala e raggiungere il massimo della scalabilità, e in questo senso NetApp e Cisco sono all’avanguardia, permettendo ai clienti di comprendere i reali benefici di business derivanti dall’adozione del cloud ibrido”.  

“I CIO vogliono semplificare l’IT e concentrarsi sul raggiungimento degli obiettivi di business, e proprio per questo motivo è in atto un importante passaggio verso le infrastrutture integrate”, ha commentato  John Chambers, Chairman e CEO di Cisco. “Nel 2010 Cisco e NetApp hanno presentato FlexPod con l’obiettivo di fornire ai clienti un’infrastruttura data center più efficiente e agile. Insieme, stiamo evolvendo l’architettura FlexPod per consentire ai nostri clienti  di trarre il massimo dalle applicazioni e dagli ambienti cloud ibridi”.

I sucessi di FlexPod:

  • Adozione a livello mondiale: FlexPod è stato implementato presso oltre 4.100 clienti e d è disponibile in oltre 100 paesi, rispetto ai 2.300 clienti e ai 70 paesi l'anno scorso.
  • Accelerazione del canale: la popolarità ottenuta presso i partner di canale è stata fondamentale per il successo di FlexPod. L'ecosistema globale di rivenditori FlexPod è in continua crescita con otre 1.000 partner di canale FlexPod certificati per vendere e supportare le tecnologie di Cisco e NetApp. Tale dato include 110 FlexPod Premium Partners con competenze specializzate per vendere e supportare le infrastrutture integrate.
  • La roadmap FlexPod: le aziende stanno adottando cloud ibridi per fornire applicazioni e servizi business-critical rapidamente e a costi contenuti e per tale motivo Cisco e NetApp stanno integrando tecnologie innovative nell’architettura FlexPod, inclusa  Cisco Application Centric Infrastructure (ACI) e Cisco Intercloud Fabric, insieme alla soluzione clusterd  DATA ONTAP, Flash e tecnologie cloud di NetApp
  • Innovazione fornita dall’ecosistema: i partner tecnologici hanno anch’essi contribuito al successo di FlexPod,  con aziende come Microsoft, SAP, Oracle, Citrix, F5, BridgeHead Software, Eaton e Splunk che hanno ottimizzato le loro applicazioni affinché siano eseguibili nell’infrastruttura integrata FlexPod.
  • Un successo continuo: gli annunci di oggi sono parte integrante del piano triennale  annunciato nel 2013 da Cisco e NetApp per allineare le rispettive roadmap tecnologiche e indirizzare i requisiti di progettazione di infrastrutture cloud per data center di prossima generazione. Nell’ambito di questa iniziativa, FlexPod sarà l’elemento portante dei data center di prossima generazione virtualizzati, multi-tenant e abilitati al cloud.

La testimonianza dei clienti

  • Un istituto finanziario americano migliora del 95% l’accesso ai dati dei propri clienti: Katz, Sapper and Miller (KSM) è tra le più importanti aziende CPA (Certified Public Accountant) americane.  Nel settore fiscale e contabile, la priorità è l’ottimizzazione del processo di fatturazione. La crescita dell’ammontare dei dati di KSM, pari al 25% ogni anno, ha messo in crisi l’infrastruttura IT della società, creata solo cinque anni prima. Logicalis, FlexPod Premium Partner,  ha consigliato a KSM la riprogettazione del proprio data center basandola sulla piattaforma con VMware® vSphere per ottenere un notevole miglioramento delle prestazioni e eliminare i tempi di inattività. Oggi, i dati dei clienti sono consultabili in tempo reale – sono necessari poco meno di tre secondi rispetto alle due o tre ore necessarie con il precedente sistema. Grazie ad aver migliorato del 95% i tempi di accesso ai dati, KSM ha potuto potenziare le funzionalità di gestione dei contenuti e fornire un servizio migliore ai clienti.
    • “Nel settore fiscale e contabile, la priorità è l’ottimizzazione del processo di fatturazione. Ogni secondo o ora di inattività può costare all’azienda migliaia di dollari”, ha dichiarato Darrell Williams, director of Information System Department di Katz, Sapper & Miller’s.  “Siamo rimasti colpiti non solo dalla semplicità e dalle prestazioni di FlexPod ma i componenti integrati si sono rilevati una risorsa preziosa nel permetterci di gestire centralmente tutti i requisiti del nostro data center. Grazie a FlexPod non abbiamo più avuto ritardi, tempi di inattività o ulteriori costi legati a questo tipo di problemi. Oggi, possiamo concentrarci sul cliente e non su questioni di business.
  • Il consiglio comunale di Salford riduce la bolletta energetica e migliora la capacità del 50% : il consiglio comunale di Salford serve circa 230.000 cittadini del centro città, e delle zone residenziali e rurali della contea del Greater Manchester nel nord ovest dell’Inghilterra. Il consiglio comunale ospita una delle più avanzate strutture data center nell’ambito del settore pubblico, ma ciò nonostante si sono ben presto presentati dei limiti in termini di capacità. I dipendenti utilizzavano i dati in modi nuovi e differenti e i dipartimenti agivano in maniera indipendente, utilizzando ognuno i propri dispositivi IT. Questa situazione frammentaria ha causato problematiche di sicurezza e di conformità.  Per far fronte a tali problematiche, il consiglio comunale di Salford ha migrato il proprio data center tradizionale su un cloud collaborativo basato su FlexPod. Ciò ha permesso al consiglio di stabilire una solida basa per la distribuzione di servizi cloud – aumentando del 50% la capacità server e migliorando notevolmente la velocità e la risposta delle proprie applicazioni – e di ridurre la bolletta energetica del 50%. Il consigli comunale di Salford ha inoltre ridotto di un quinto lo spazio occupato dal data center, destinando quindi una sala aggiuntiva all’offerta di servizi di hosting.
    • “FlexPod ci ha permesso di sviluppare una piattaforma cloud collaborativa multi-tenant per fornire i servizi al consiglio comunale, alle organizzazioni nostre partner e alle aziende di piccole e medie dimensioni dell’ambito locale”, ha dichiarato Jonathan Burt, corporate infrastructure architect del consiglio comunale di Salford. “Il progetto basato su FlexPod ci ha fornito la piattaforma necessaria per distribuire servizi sicuri  Infrastructure as a Service e Software as a Service a diverse organizzazioni della città di Salford, di ridurre i costi interni  e di supportare l’economia locale in un momento di tagli significativi ai finanziamenti”.
  • La Borsa tedesca raddoppia le transazioni commerciali: con sede in Germania, Boerse Stuttgart è la più importante organizzazione europea per gli investitori privati. Il principale fattore differenziante di Boerse Stuttgart nel mercato finanziario è la capacità di effettuare gli ordini con estrema rapidità e economicità. La strategia e gli obiettivi IT sono in linea con i requisiti di business e con le iniziative progettate per fornire una distribuzione del servizio economica, affidabile e veloce. Con FlexPod, Boerse Stuttgart è oggi in grado di gestire il doppio delle transazioni commerciali rispetto al passato e di far fronte ad eventi inaspettati come ad esempio importanti cambiamenti delle azioni, senza influenzare la qualità nella distribuzione del servizio.
    • “Siamo un’azienda di riferimento per gli investitori europei e per tale motivo è fondamentale sia effettuare gli ordini il più velocemente possibile ma anche a costi convenienti”, ha dichiarato Peter Litschel di Boerse Stuttgart. “Un’infrastruttura condivisa basata su FlexPod ci permette di andare in cloud senza preoccupazioni e di focalizzarci sul business. Con oltre un milione di prodotti commerciabili dobbiamo elaborare un’elevata quantità di dati. Oggi, le nostre operazioni sono efficienti, veloci e flessibili. Ciò ci permette di fornire agli investitori i prodotti di cui hanno bisogno”.

Blog e infografiche

Seguici Online

FlexPod
FlexPod è un portfolio di soluzioni per l’infrastruttura pre-testate e integrate che combinano Cisco Unified Computing System™, switch Cisco Nexus e componenti storage NetApp, gestiti da Cisco UCS Director con una sola console per carichi di lavoro bare-metal e virtualizzati. Cisco e NetApp hanno sviluppato Flexpod per soddisfare le esigenze di business leader che hanno bisogno di consolidare l'infrastruttura IT, ridurre i costi energetici, ospitare più applicazioni e condividere risorse tra reparti. Il portfolio FlexPod comprende Flexpod Datacenter per i data center aziendali primari e per i service provider, FlexPod Express per le medie imprese e le filiali di grandi aziende, e FlexPod Select per carichi di lavoro intensivi. Il portfolio è compatibile con i principali hypervisor, sistemi operativi, tool di system management e piattaforme di gestione del cloud. Tutti i componenti FlexPod sono ordinabili attraverso i canali di distribuzione o di rivendita dei rispettivi vendor.

Cisco
Cisco (NASDAQ: CSCO) è leader mondiale nella fornitura di soluzioni IT che aiutano le aziende a cogliere le opportunità di domani, dimostrando che possono accadere cose formidabili quando si connette ciò che in precedenza era scollegato. Per notizie e informazioni, visita il sito www.thenetwork.cisco.com.

NetApp
NetApp crea innovative soluzioni di storage e di gestione dei dati, che favoriscono il progresso delle aziende, garantendo risparmi eccezionali sui costi. L'impegno a vivere i nostri valori fondamentali e a essere sempre riconosciuti come un ottimo luogo di lavoro in tutto il mondo è un fattore chiave del successo e della crescita a lungo termine di NetApp, dei clienti e dei partner. Vieni a scoprire sul nostro sito www.netapp.com/it la nostra passione nel sostenere aziende, sparse in tutto il mondo, che vogliono andare più lontano, più velocemente.


Segui Cisco Italia su:


Cisco

Cisco (NASDAQ: CSCO) è il leader mondiale del settore IT che aiuta le aziende a cogliere le incredibili opportunità offerte dal futuro, connettendo ciò che prima non era connesso. Per ulteriori informazioni visita il sito http://thenetwork.cisco.com.

Contatti per la stampa:

NetApp Italia
Denis Nalon
Tel. 02 74 87 56 036
Email: denis.nalon@netapp.com

Hill+Knowlton Strategies
Anna Bellini / Michele Bon
Tel. 02 319141
Email: anna.bellini@hkstrategies.com
michele.bon@hkstrategies.com

Cisco
Marianna Ferrigno, Giulia Quaglieri
Tel: 800 787 854
email: pressit@external.cisco.com

Prima Pagina Comunicazione
Vilma Bosticco, Caterina Ferrara
Tel: 02/91339811
email: ciscocorporate@primapagina.it

###

Cisco and the Cisco logo are trademarks or registered trademarks of Cisco and/or its affiliates in the U.S. and other countries. A listing of Cisco's trademarks can be found at www.cisco.com/go/trademarks. Third-party trademarks mentioned are the property of their respective owners. The use of the word partner does not imply a partnership relationship between Cisco and any other company.

NetApp, the NetApp logo, Go further, faster, ExpressPod, FlexPod, and SnapProtect are trademarks or registered trademarks of NetApp, Inc. in the United States and/or other countries. Cisco, Cisco Capital, Cisco Nexus, and Cisco UCS are registered trademarks and Cisco Unified Computing System is a trademark of Cisco Systems, Inc. All other brands or products are trademarks or registered trademarks of their respective holders and should be treated as such.

This press release may be deemed to contain forward-looking statements, which are subject to the safe harbor provisions of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995, including the expected completion of the acquisition and the time frame in which this will occur, the expected benefits to Cisco and its customers from completing the acquisition, and plans regarding Tail-f personnel. Readers are cautioned that these forward-looking statements are only predictions and may differ materially from actual future events or results due to a variety of factors, including, among other things, the potential impact on the business of Tail-f due to the uncertainty about the acquisition, the retention of employees of Tail-f and the ability of Cisco to successfully integrate Tail-f and to achieve expected benefits, business and economic conditions and growth trends in the networking industry, customer markets and various geographic regions, global economic conditions and uncertainties in the geopolitical environment and other risk factors set forth in Cisco's most recent reports on Form 10-K and Form 10-Q.  Any forward-looking statements in this release are based on limited information currently available to Cisco, which is subject to change, and Cisco will not necessarily update the information.

 

Contattaci

  • Trova un Partner Cisco
  • Documentazione (italiano)
Condividi