Archivio 2012

Cisco presenta la prima soluzione "Small Cell" per gli operatori mobile

Hierarchical Navigation

La tecnologia hotspot di prossima generazione di Cisco fornisce un’esperienza mobile di qualità e permette agli operatori di far fronte all’esplosione del traffico, dei dispositivi e di nuovi servizi mobile

LinkedInGoogle+
Condividi

Photo

Cisco ASR 5000 Series Mobile Multimedia Core Router

Milano, 28 febbraio 2012 – Nel corso del Mobile World Congress, Cisco ha presentato la prima infrastruttura Wi-Fi end-to-end destinata ai fornitori di servizi di telecomunicazione basata sulla tecnologia Next-Generation Hotspots (NGH). La società ha inoltre annunciato la propria collaborazione con importanti operatori globali, quali AT&T, BT, PCCW, Portugal Telecom, Shaw Communications, Smart e True, per fornire servizi mobili innovativi con una nuova generazione di soluzioni “small cell” intelligenti basati su frequenze radio licenziate e non.

Cisco, che sta integrando la tecnologia NGH approvata dalla Wireless Broadband Alliance (WBA) nel proprio portfolio di prodotti Wi-Fi per i fornitori di servizi di telecomunicazione, è la prima azienda ad aver implementato la tecnologia NGH per abilitare, su reti WiFi, un esperienza di roaming simile a quella disponibile su reti cellulari.

L’iniziativa NGH della WBA si basa sulle specifiche Hotspot 2.0 stabilite dalla Wi-Fi Alliance ed è progettata per fornire agli utenti mobile un’esperienza Wi-Fi di qualità. Cisco ha installato oltre 12 milioni di access point, la maggior parte dei quali possono essere aggiornati per supportare la tecnologia NGH, e offre la più ampia gamma di soluzioni Wi-Fi disponibile. Questo include dispostivi Wi-Fi utilizzati a bordo di aerei, dispositivi per hotspot , dispositivi per la copertura all’interno di stadi e grandi luoghi, e soluzioni per l’offload estensivo dei dati.

La nuova soluzione Small Cell Gateway di Cisco, che si basa sul Cisco ASR 5000 Series Mobile Multimedia Core Router, permetterà agli operatori di gestire le informazioni relative agli utenti  e ai relativi servizi integrando, allo stesso tempo le reti basate su 2G/3G/4G LTE con le femtocelle (standardizzate) e con le reti Wi-Fi (non standardizzate), fornendo un’esperienza di qualità su reti di accesso eterogenee.

“Stiamo entrando nell’era post-macrocell, dove le small cell avranno un ruolo fondamentale nella distribuzione dell’Internet mobile di prossima generazione”, ha commentato John Chambers, Cisco chairman e CEO. “Le infrastrutture di rete mobile esistenti non sono in grado di sostenere la crescita. L’Internet mobile di domani deve coinvolgere reti diverse e fornire un’esperienza mobile sicura e completa. Ciò richiede un approccio architetturale basato sulle funzionalità delle reti cloud. Noi di Cisco, così come i nostri partner service provider, vediamo una straordinaria opportunità nella creazione di tali reti e nel supporto e diffusione del concetto di Internet mobile”.

Le innovazioni tecnologiche e le soluzioni annunciate da Cisco nell’ambito delle small cell permetteranno agli operatori di superare i limiti di capacità; ampliare la copertura; fornire un’esperienza di qualità attraverso reti di accesso eterogenee; risparmiare sui costi di capitale e operativi, indirizzare l’esplosione del traffico, dei dispositivi e di nuovi servizi mobili.

La crescita del traffico mobile

  • Secondo lo studio Cisco Visual Networking Index (VNI) Global Mobile Data Traffic Forecast for 2011 to 2016, il traffico dati mobile mondiale crescerà di 18 volte tra il 2011 e il 2016. A causa dei limiti fisici e alla limitata disponibilità di spettro licenziate, le sole  reti cellulari (macro radio) esistenti non sono in grado di sostenere la proliferazione  prevista per il traffico e i dispositivi mobile.
  • Allo stesso tempo, la connettività Wi-Fi è sempre più pervasiva grazie a dispositivi come gli smart phone, i tablet, le televisioni e persino le automobili. Inoltre, quando gli utenti accedono a servizi mobili, per l’80% del tempo sono dentro gli edifici (fonte: Cisco IBSG). I service provider sono alla continua ricerca di nuovi metodi per effettuare l’offload del traffico cellulare tradizionale, il che aiuterebbe a garantire copertura e ad alleviare i limiti di capacità conseguenti alla scarsa disponibilita’ di bande di spettro elettromagnetico licenziate.

Un grande problema risolto con le soluzioni Small-Cell

  • Cisco sta collaborando con numerosi service provider per ampliare le loro infrastrutture di rete esistenti con la tecnologia “small cell” intelligente. Le small cell combinano tecnologie radio su banda licenziata (celle interne/esterne a bassa potenza) con  radio su bande non licenziate (Wi-Fi per service provider) che agiscono come parte di una rete integrata. Gli operatori possono così offrire un’esperienza utente di qualità per applicazioni di un utenza sia business che consumer  indipendentemente dai dispositivi mobili.

Di seguito le principali implementazioni della tecnologia small cell di Cisco:

  • AT&T utilizza la soluzione femtocelle di Cisco dal 2009 e oggi vanta la più grande rete di small cell al mondo con oltre il 90% di dispositivi AT&T installati dai clienti senza l’esigenza di supporto diretto.
  • BT sta collaborando con Cisco e utilizzando la sua tecnologia tramite il programma WBA per sperimentare le funzionalità della tecnologia Next Generation Hotspot.
  • PCCW, la divisione mobile di HKT, ha completato una sperimentazione commerciale delle funzionalità di roaming WiFi utilizzando la tecnologia NGH, in diversi luoghi di Hong Kong.
  • Portugal Telecom sta collaborando con Cisco per progettare la propria rete mobile di prossima generazione e fornire innovativi servizi business e consumer con i più elevati livelli di qualità e affidabilità. La nuova infrastruttura basata su IP permetterà a PT di fornire un’esperienza utente di qualità e di indirizzare la crescita del traffico Internet mobile, accelerando la realizzazione della rete 4G e di hotspot Wi-FI ad alta capacità.
  • Shaw Communications e Cisco hanno sottoscritto un accordo per realizzare nel Canada Occidentale una rete Wi-Fi avanzata per la fornitura di accesso wireless a banda larga. Tale rete di prossima generazione permetterà ai clienti di Shaw di connettere i dispositivi abilitati al Wi-Fi, come ad esempio i tablet, i telefoni cellulari e i computer, a centinaia di access point Wi-Fi nelle zone direttamente servite da Shaw. Inoltre, Shaw effettuerà una sperimentazione tecnica della soluzione HotSpot 2.0 utilizzando la soluzione Wi-Fi Service Provider di Cisco.
  • TrueMove H, azienda tailandese leader nelle tecnologie 3G e Wi-Fi, sta attualmente testando le tecnologie Cisco NGH. Le sperimentazioni pubbliche della soluzione HotSpot 2.0 supportano la strategia di convergenza di True Group per fornire agli utenti una connessione wireless mobile a banda larga  e altamente sicura.
  • Smart, l’unico membro del WBA nelle Filippine, sta collaborando con Cisco per fornire al Paese tecnologie NGH.

Cisco fornisce la prima soluzione Wi-Fi end-to-end attualmente disponibile sul mercato

  • La soluzione Cisco Wi-Fi  per Service Provider è una piattaforma end-to-end destinata agli operatori di telecomunicazione in grado di supportare la crescita esponenziale del traffico e del numero di utenti garantendo un’esperienza di qualità. Tale soluzione si basa su standard aperti e può essere personalizzata per soddisfare le esigenze di copertura e capacità dei service provider.
  • Cisco sta collaborando con i service provider di tutto il mondo e con le aziende di tecnologie e di dispositivi mobili per stabilire delle specifiche standard basate sulla tecnologia NGH, che permetteranno agli operatori mobili di fornire nuovi servizi e applicazioni.
  • L’iniziativa NGH (Next Generation Hotspot) della WBA è basata sulle specifiche Hotspot 2.0 di WiFI Alliance ed e’ pensata per fornire agli utenti di servizi mobili un esperienza di qualità su reti WiFi.

Dichiarazioni

  • “AT&T riconosce e apprezza il valore che le small cell forniscono alla nostra rete, e ancora più importante, all’esperienza wireless dei nostri clienti”, ha commentato Kris Rinne, senior vice president, architetture e pianificazione di AT&T. “Grazie alla soluzione AT&T Microcell, siamo in grado di fornire servizi mobili di qualità, flessibili ed economici a quei clienti che non sono in grado di ricevere nelle proprie case una copertura macro di qualità”.
  • “La tecnologia Hotspot di prossima generazione permette agli smart phone e ai tablet di effettuare il roaming automatico da una rete mobile su hotspot Wi-Fi, incrementando la copertura e la capacità di entrambi”, ha dichiarato Chris Bruce, chair della WBA. “Queste sperimentazioni sono uniche nel loro genere proprio per il fatto che i principali player della comunità degli operatori mobile e l’ecosistema Wi-Fi hanno collaborato efficacemente per questo programma. Il futuro è rappresentato da un’esperienza a banda larga di qualità su tutti i tipi di tecnologie”.
  • “Uno degli obiettivi di Google è semplificare l’accesso alle informazioni”, ha dichiarato Alan Norman, responsabile della Strategia di Accesso di Google. “E questo è il motivo per cui supportiamo il programma Next Generation Hotspot di Cisco per permettere un roaming Wi-Fi sicuro e di qualità nella nuova era dell’Internet mobile”.
  • “In Samsung siamo convinti che il lavoro fatto con Cisco e gli altri player per la tecnologia Next Generation Hotspot, associato alle funzionalità dei nostri prodotti hardware e software per le imprese, ci permetteranno di guidare il mercato”, ha commentato Ken Daniels, senior director alleanze strategiche di Samsung Mobile. “Considerando le implicazioni per i mercati retail, della sanità e dell’istruzione, la tecnologia Hotspot di prossima generazione avrà un grande impatto su tutto ciò che faremo in futuro”.
  • “L’esigenza delle small cell come strumento per l’ampliamento della capacità e l’offload dei dati è ben compresa”, ha commentato Peter Jarich, senior director di Current Analysis. “Ciò che non viene spesso enfatizzato è l’esigenza di soluzioni small cell olistiche che includano soluzioni su bande di spettro licenziate e su Wi-Fi oltre a un trasporto e controllo comuni che consideri le esigenze implementative e l’ impatto organizzativo. L’approccio di Cisco al networking mobile permetterà agli operatori di fornire esperienze di qualità su  reti di accesso eterogenee e di risparmiare sui costi di capitale e operativi”.
  • “I principali operatori mobili stanno sperimentando le soluzioni small cell per soddisfare la crescente richiesta, da parte degli utenti finali, di una maggiore copertura e di migliori prestazioni”, ha commentato Gabriel Brown, senior analyst presso Heavy Reading. “Esistono grandi potenzialità per l’utilizzo dei prodotti small cell che integrano tecnologie Wi-Fi e cellulari per fornire copertura a quei luoghi di elevato passaggio e potenziale in cui necessita fornire un’esperienza di qualità al cliente. Cosa che è difficilmente ottenibile con i classici modelli di implementazione di reti cellulari macro”.

RSS Feed per Cisco:

http://www.cisco.com/web/IT/rss/comunicati_stampa.xml

Segui Cisco Italia su:

Facebook page: http://www.facebook.com/CiscoItalia
Twitter: http://www.twitter.com/CiscoItalia
Youtube: http://www.youtube.com/CiscoItalia
LinkedIn: http://www.linkedin.com/groups/Cisco-Italia-2699921

Cisco

Cisco (NASDAQ:CSCO) è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di rete che trasformano il modo con cui le persone comunicano e collaborano. del Notizie e informazioni relative alla società ed ai prodotti sono disponibili all’indirizzo http://www.cisco.com/ Le apparecchiature di Cisco Systems sono fornite in Europa da Cisco Systems International BV, una consociata interamente controllata da Cisco Systems, Inc

Ufficio Stampa

Cisco Systems
Cristina Marcolin
Tel: 800 787 854
email: pressit@external.cisco.com

Prima Pagina Comunicazione
Vilma Bosticco
Caterina Ferrara
Tel: 02/76.11.83.01
email: ciscocorporate@primapagina.it

Contattaci

  • Trova un Partner Cisco
  • Documentazione (italiano)
Condividi