Cisco Connected Urban Development

Il programma Cisco Connected Urban Development inaugura l’era del lavoro sostenibile

Il primo Smart Work Center apre nell’area di Amsterdam durante la seconda Connected Urban Development Global Conference


Milano, 25 Settembre 2008 -Cisco® ha presentato il 23 settembre la sua visione per un nuovo modo di lavorare in modo sostenibile, denominato “Connected and Sustainable Work”, che ha lo scopo di offrire alle città, ai datori di lavoro e ai cittadini un innovativo quadro di riferimento mirato a incentivare la crescita economica, migliorare la qualità della vita ed affrontare le sfide poste dal cambiamento climatico globale.


L'annuncio, collegato all'inaugurazione ufficiale del primo Smart Work Center (SWC) realizzato ad Almere, nei pressi di Amsterdam, è stato dato nel corso della seconda Connected Urban Development (CUD) Global Conference, organizzata da Cisco e dalla città di Amsterdam. La conferenza fa seguito all'analogo evento ospitato da Cisco e dalla Città di San Francisco nel febbraio scorso.


Il primo Smart Work Center si trova nella comunità di Almere, nei pressi di Amsterdam, e mette a disposizione spazi di lavoro per singole persone o gruppi, utilizzando le tecnologie ICT in modo diversificato. Ciò ha impatti positivi sulla qualità della vita, sulla produttività e sullo sviluppo di modelli imprenditoriali; inoltre riduce i costi di trasporto e la quantità di emissioni di gas serra.


Gli Smart Work Center utilizzano l'ICT per supportare modalità di lavoro flessibili e scalabili. Questo tipo di spazio è concepito per offrire applicazioni diversificate in base all'utilizzo che ne fanno gli utenti. La sua combinazione innovativa di tecnologie e di servizi comprende l'accesso a piattaforme di collaborazione quali Cisco TelePresence, per meeting virtuali in alta qualità, ma anche la disponibilità di servizi di cura per l'infanzia, servizi di catering di alto livello e servizi finanziari; il tutto situato in una zona che offre facile accesso alle vie di comunicazione ed al trasporto pubblico. Lo Smart Work Center è inoltre dotato di spazi di lavoro aperti (open lounge) e di grandi spazi pubblici condivisi.


“L'eccesso di traffico e i cambiamenti climatici rendono necessario trovare nuovi modi, e nei fatti anche nuovi luoghi, per lavorare” ha dichiarato il sindaco di Amsterdam Job Cohen. “La municipalità di Amsterdam, che dà lavoro ad oltre 25.000 persone, è il primo cliente a servirsi dello Smart Work Center di Almere. “L'innovazione è essenziale per avere una crescita sostenibile. Amsterdam sta già lavorando su un piano per rendere i suoi edifici “carbon neutral” entro il 2015”.


“Dal canto nostro, desideriamo investire in queste moderne pratiche di business e vogliamo modificare gli stili di vita, allo scopo di preservare l'ambiente. Abbiamo bisogno di nuove conoscenze che ci permettano di rendere il nostro modo di vivere e i processi produttivi il più possibile a basso impatto, sia dal punto di vista energetico sia dal punto di vista delle emissioni di gas serra” ha dichiarato Annemarie Jorristma, sindaco di Almere. “Almere è una città che innova. Abbiamo una rete in fibra ottica che copre tutta la città, con una nuova soluzione a banda larga per la comunicazione video, che permette alle aziende di restare in contatto anche visivamente con i loro uffici centrali ovunque essi si trovino, in Olanda o all'estero. Questa è la portata della globalizzazione, e come municipalità desideriamo fare il possibile per facilitare tutto questo”.


Bas Boorsma responsabile del progetto CUD Amsterdam per l'Internet Business Solutions Group di Cisco, ha commentato: “ Stiamo guardando in modo totalmente nuovo al tema di come ottimizzare la giornata lavorativa. Applicando su vasta scala i principi dello “smart work”: come primo risultato, la necessità di scambiare informazioni non sarebbe più il principale motivo per spostarsi fisicamente; ciò significherebbe meno dispendio di energia, di tempo e un migliore equilibrio fra vita e lavoro”.


Lo Smart Work Center di Almere fa parte di una serie di progetti che sono emersi dopo che Cisco, nel 2006, si è impegnata a supportare l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra promosso dalla Clinton Global Initiative. Lanciato alla fine del 2006, il programma Connected Urban Development è una partnership pubblico-privato con lo scopo di affrontare i problemi ambientali legati agli ambienti urbani e di sviluppare soluzioni ICT replicabili in tutte le città del mondo. Nella sua prima fase, il programma CUD ha stretto una partnership con tre città, San Francisco, Amsterdam e Seul, cui si sono aggiunte nel febbraio 2008 anche Madrid, Lisbona, Amburgo e Birmingham.



Contattaci

  • Trova un Partner Cisco
  • Documentazione (italiano)
Condividi