Cisco parteciperā al convegno Innovazione e tecnologie per la competitivitā dei territori rurali

Cisco parteciperà al convegno "Innovazione e tecnologie per la competitività dei territori rurali", promosso dalla Provincia di Piacenza e dalla Comunità Montana Val Tidone il 3 e 4 ottobre

Milano, 1 Ottobre 2008 - La banda larga come fattore di sviluppo e miglioramento della qualità della vita nelle aree rurali del nostro Paese, grazie alla possibilità di utilizzarla per fornire servizi evoluti anche nelle aree più isolate: questo è l'assunto del convegno "Broadband in rural areas for higher quality of life" promosso dalla Provincia di Piacenza in una due giorni che, il 3 e 4 ottobre prossimi, vedrà riuniti al Castello di Rivalta (a Gazzola, provincia di Piacenza) rappresentanti della pubblica amministrazione e operatori tecnologici attivi nel settore pubblico, che presenteranno esperienze innovative in ambito di erogazione dei servizi al cittadino.


"In un paese come l'Italia che ha una morfologia del tutto unica nel mondo e disseminato di piccoli centri dispersi sul territorio, la sola diffusione della banda larga non basterà a recuperare il divario digitale ed economico con le economie più avanzate. La battaglia dell'inclusione digitale si giocherà in futuro sulla qualità della banda larga, più che sulla penetrazione granulare. Solo la fibra ottica simmetrica permetterà infatti alle nostre imprese familiari disseminate sul territorio di sviluppare nuovi servizi per i cittadini dell'Europa e del mondo."commenta Stefano Venturi, Amministratore Delegato di Cisco Italy e Vice Presidente Cisco Corporate "Cisco, come creatore e fornitore di tecnologie di rete avanzate, affianca da sempre la Pubblica Amministrazione nella progettazione e realizzazione di questo tipo di soluzioni con lo scopo di generare effetti tangibili sulla produttività delle aziende e sulla competitività del Paese".


Porteranno le loro esperienze durante la tavola rotonda rappresentanti della Provincia di Parma, che ha portato la banda larga nelle zone montane del suo territorio; Emanuele Sammut, della società Harriman "Bardi Web", che presenterà il progetto tecnologico Orchidea per lo sviluppo della Val di Ceno (fra Liguria ed Emilia); il direttore di Cratos- Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, che opera nella teleassistenza socio-sanitaria agli anziani che risiedono in Val Tidone; l'assessore al piano telematico e all'informatica della Provincia di Ferrara, Diego Carrara, che presenterà numerosi progetti del suo ente in ambito di telemedicina e assistenza sociale.


Inoltre Piero Cornaglia, direttore ICT di ENIA SpA e presidente di Eniatel SpA, relazionerà sull'utilizzo del wireless come tecnologia abilitante per la diffusione della banda larga, illustrando l'attività del progetto Lepida in Emilia Romagna; Roberto Prefumo, della società Centralcom di Perugia, Regione Umbria, farà il punto sul ruolo e sulle strategie che gli operatori pubblici regionali possono adottare per promuovere e gestire le infrastrutture TLC locali; Sergio Bonora, amministratore delegato dei Laboratori Guglielmo Marconi, parlerà di integrazione tra tecnologia e applicativi al servizio della comunità; Daniele Trichero, del Politecnico di Torino, illustrerà esperienze di didattica a distanza e di informatizzazione di aree a bassissima densità abitativa. Infine, Kees Rovers, della città di Neunen (Olanda) illustrerà l'esperienza realizzata nel proprio territorio urbano.


Il convegno proseguirà il giorno 4 ottobre con un incontro aperto al pubblico.


Contattaci

  • Trova un Partner Cisco
  • Documentazione (italiano)
Condividi